NOTAIO: quanto costa e come richiedere il preventivo

12 Feb 2024

Se stai pensando di acquistare una casa, è normale chiedersi quanto costa il notaio, quale budget pianificare e cosa aspettarsi. È importante precisare che non si può prevedere questa spesa in anticipo: le tariffe notarili, sebbene fossero in vigore un tempo, non sono più attuali da diversi anni. La soluzione migliore per conoscere il costo preciso dell’atto notarile è contattare direttamente il professionista, magari chiedendo un preventivo online: la rete ci semplifica anche queste procedure.

Tuttavia, possiamo determinare l’importo delle tasse e degli oneri che dovremo sostenere.

Non tutti sono consapevoli che il compenso del notaio non include solo il suo onorario, ma anche le tasse che egli riscuoterà e verserà allo Stato. Questa funzione è conosciuta come “Sostituto d’imposta” e si attua quando un’azienda o, nel nostro caso, un professionista si occupa del versamento delle tasse per conto nostro.

Quanto costa il notaio in caso di acquisto della prima casa

Cerchiamo di organizzare almeno le informazioni principali in mezzo a questo mare di dati, tenendo presente che ci sono siti specializzati e gratuiti che ci aiutano passo dopo passo e ci risparmiano molti mal di testa.

Quindi, per avere chiarezza sui costi che dovrai sostenere, calcola direttamente online il costo per il rogito notarile anziché affidarti al fai da te, così da evitare sorprese che potrebbero avere un impatto significativo sulle tue finanze.

Detto ciò, iniziamo con il primo scenario: la compravendita della prima casa tra privati.

Dovremo versare un’imposta di registro pari al 2% sull’importo calcolato moltiplicando la rendita catastale per un coefficiente di 110. Inoltre, sarà necessario pagare un’imposta ipotecaria e una imposta catastale, entrambe di importo fisso pari a 50€ ciascuna, per un totale di 100€. Questi stessi costi si applicano anche nel caso di acquisto della prima casa da parte di una società costruttrice per un immobile costruito o ristrutturato da più di cinque anni.

Se invece parliamo di compravendita di seconda casa tra privati?

In questa situazione, è necessario considerare un’imposta di registro al 9% sull’importo determinato moltiplicando la rendita catastale per un coefficiente di 120. Le imposte catastale e ipotecaria ammontano a 100€ ciascuna. Lo stesso costo si applica in caso di acquisto di una seconda casa da parte di una società costruttrice per un immobile costruito o ristrutturato da più di cinque anni.

Passiamo all’acquisto da parte di un’impresa costruttrice quando sono trascorsi meno di cinque anni dalla costruzione o ristrutturazione dell’immobile. Anche in questo caso, c’è una distinzione tra l’abitazione principale, che beneficia di agevolazioni particolari, e altri tipi di acquisto.

Se stiamo acquistando la nostra prima casa, dovremo pagare il 4% di IVA sul prezzo di acquisto. Per una seconda casa, l’IVA aumenta al 10%, mentre per le residenze di lusso il costo sarà del 20%, sempre sul prezzo pagato al costruttore. Tuttavia, in questo caso, l’imposta non sarà versata al notaio, ma alla società venditrice dell’immobile.

Ciò che dovremo fornire al notaio sono le imposte di registro, ipotecarie e catastali, che sono di 168€ ciascuna, per un totale di 504€.

Queste spese di base, comuni a ogni transazione, possono essere integrate da bolli, tasse e altri importi legati all’atto, alle formalità notarili, alla trascrizione dei documenti e ad altre eventualità.

Nel preventivo del Notaio, tutte queste voci saranno dettagliate in modo chiaro e differenziato. Se hai dei dubbi, lo studio è disponibile a spiegarti ogni dettaglio.

Il preventivo del Notaio per il mutuo

Un aspetto distintivo delle transazioni immobiliari riguarda l’apertura di un mutuo: nonostante vengano firmati contemporaneamente, sono considerati due atti separati. Questa distinzione si riflette anche nei partecipanti coinvolti: durante l’atto di compravendita intervengono il venditore e l’acquirente, mentre nell’atto del mutuo sono presenti l’acquirente stesso e un rappresentante dell’istituto di credito che ha erogato il prestito.

La necessità di avviare il processo per il mutuo influenzerà il costo del Notaio: pertanto, quando ci rivolgiamo al professionista, è fondamentale tenere presente questo aspetto cruciale!