Mutuo green: quanto si risparmia rendendo efficiente la propria casa

15 Apr 2024

La direttiva sulle Case Green è stata approvata definitivamente dall’Unione Europea, nonostante il voto contrario dell’Italia e dell’Ungheria. Di conseguenza, questa misura diventerà legge nel nostro Paese prima o poi. L’obiettivo è raggiungere un parco residenziale europeo a emissioni zero entro il 2050, senza prevedere sanzioni per chi non rispetta gli obiettivi. Tuttavia, il vero risparmio nel rendere efficiente la propria abitazione grazie a un mutuo green deriva principalmente dalle bollette.

Case green, la situazione in Italia

In Italia, più dell’85% degli edifici si trova in una classe energetica inferiore alla C, e oltre la metà degli acquisti riguarda ancora immobili in classe F o G. L’80% degli edifici venduti richiede un intervento di miglioramento energetico. Nell’anno precedente, sono stati investiti 87.5 miliardi di euro nella ristrutturazione degli edifici, di cui il 30% ha ottenuto un finanziamento.

L’obiettivo è ambizioso e il ruolo delle banche sarà fondamentale per rendere i prodotti ecologici più interessanti per i consumatori.

Mutui green, quanti italiani li scelgono 

Da un sondaggio recente, emerge che solo il 28% degli italiani conosce il concetto di finanziamento green, con solo il 5% che ne ha effettivamente sottoscritto uno.

Il 37% ha sentito parlare di esso, mentre il 29% non ne ha conoscenza.

Lo scarso interesse verso i mutui green è evidenziato dal fatto che la metà degli italiani non sa quale sia la classe energetica della propria abitazione e il 42% non riesce a stimare i risparmi possibili con un mutuo “green”.

Quanto si risparmia con un mutuo green 

Quanto si risparmia veramente con un mutuo green? Un esempio pratico elaborato da MutuiOnline.it ipotizza un mutuo da 150.000 €, con una durata ventennale e tasso fisso, richiesto da un trentasettenne a Milano. La differenza di Tan è di 25 punti base (2,55% vs 2,90%) a favore del mutuo green, che si traduce in una rata mensile inferiore di 25 € rispetto al mutuo non green (799 € vs 824 €). Il risparmio sugli interessi ammonta al 13% (41.643 € vs 47.858 €).

Casa green, dove è il vero risparmio

Secondo un sondaggio, il 22% degli italiani ritiene che scegliendo un mutuo green si possa avere un risparmio sugli interessi tra il 10% e il 20%, mentre il 16% pensa che il risparmio possa essere tra il 5% e il 10%. Inoltre, il 27% ritiene che possedere una casa di classe A+ possa portare a un risparmio tra il 15% e il 30% sulle bollette rispetto a una casa di classe G.

Gli italiani ritengono che il risparmio sia simile tra i finanziamenti e i contratti di servizi pubblici.

Tuttavia, secondo il Think Tank sul clima ECCO ed ENEA, è possibile risparmiare fino al 70% sulle bollette (il 35% passando solo due classi energetiche!).

Con i mutui green, il risparmio è solo del 15% rispetto a quanto si può risparmiare sulle bollette portando la casa in classe A+.

Si può fare di più?