“Milano in 15 minuti”: per avere una città a dimensione d’uomo

10 Gen 2023

Il progetto del sindaco Sala di creare una “Milano in 15 minuti” prevede la realizzazione di quartieri forniti di tutti i servizi utili al cittadino, come piazze, poliambulatori, uffici per le pratiche pubbliche, in modo che tutto si possa svolgere all’interno del proprio centro abitato, con una distanza massima di 1,5 km da casa.

Al centro del progetto la mobilità sostenibile.

Un’idea visionaria, ma non originale. Lo abbiamo già visto in altre occasioni, in altre grandi metropoli.

Il concept del progetto “15 minuti da Parigi a Milano”

Il modello della città 15 minuti è stato ideato già a Parigi da Carlos Moreno e attuato da Anne Hidalgo.

Un progetto che a tratti visionario, porta alla creazione di quartieri periferici autonomi e vivibili, che hanno già tutti i servizi necessari al cittadino, con strade commerciali, piazze per la socialità, servizi sanitari e amministrativi.

Questa idea parigina è stata alla base del programma elettorale di Beppe Sala sindaco milanese che, in diversi discorsi, ha presentato le sue idee in merito alla possibile realizzazione del concetto della città 15 minuti a Milano.

Obiettivo del progetto di città 15 minuti creare servizi laddove mancano e connetterli, attraverso una rete di viabilità e trasporto pubblico che sia sostenibile e funzionale ai bisogni della popolazione. 

Quali sono i primi passi del progetto “Milano in 15 minuti”

Il progetto fornito dall’amministrazione milanese punta alla realizzazione di una città con piazze tattiche, aree pedonali davanti alle scuole, di zone in cui le auto non possono viaggiare al di sopra dei 30 chilometri orari, servizi sanitari in ogni quartiere, incentivi alla formazione a al lavoro in quartiere e mobilità comoda e sostenibile da e per il centro cittadino.

Si tratta di un progetto a lungo termine, che però Sala ha già iniziato a Milano.

“Milano in 15 minuti” e le piazze tattiche

Le piazze tattiche sono piazze pedonali con panchine, alberi a tavoli da ping pong.

A Milano ne sono già state realizzate 40, ma si punta a crearne una per ogni quartiere. E non solo: il Comune ha anche indetto un bando per finanziare progetti di pedonalizzazione che interessi tutte le piazze davanti alle scuole per rendere vivibili da bambini e ragazzi tutti gli spazi adiacenti alle scuole materne, elementari e medie.

“Milano in 15 minuti” e l’offerta sanitaria

Progettate già 24 nuove strutture socio-sanitarie polivalenti che entreranno a far parte del servizio sanitario regionale e Case di Comunità istituite dalla Regione.

Si tratta di ampliare e ramificare l’offerta sanitaria sul territorio, realizzando strutture pronte ad accogliere, non ospedali, dove trovare medici di base, pediatri, specialisti.

“Milano in 15 minuti” snellisce le procedure amministrative

Il progetto include anche la creazione di uffici pubblici in ogni quartiere per facilitare l’erogazione dei servici civici. Il primo hub polifunzionali è stato aperto nel quartiere di San Siro.

Il progetto si muove sulla rete della mobilità sostenibile

Fondamentale per rendere possibile quest’idea di “Milano 15 minuti” è che tutto sia facilmente raggiungibile a piedi o con mezzi pubblici in meno di 15 minuti, massimo 1,5 km di distanza da casa.

Il progetto punta a

  • migliorare la viabilità, diminuendo la velocità su strada con un limite di 30 km orari per chi usa auto;
  • creare percorsi ciclopedonali, grazie al Pnrr previsto un investimento per 750 km di strade per chi va in bici o a piedi;
  • rete di trasporti pubblici sostenibile ed efficace.