Come tutelare al meglio il patrimonio immobiliare

11 Nov 2022

Un investimento immobiliare può comportare dei rischi, che possono essere di natura sia legale che tecnica. Andiamo a vedere di seguito come tutelarsi al meglio grazie a quanto emerso dall’analisi di We Wealth, in collaborazione con Smileconomy e One Underwriting.

Quali sono i rischi connessi all’acquisto di un immobile?

I rischi che sono legati all’acquisto di un immobile sono di tre tipologie, ovvero:

  1. legali;
  2. tecnici;
  3. connessi al verificarsi di eventi dannosi.

Nello specifico, Andrea Carbone, ideatore di Smileconomy, afferma che bisogna pensare alla sicurezza dell’immobile su più livelli:

“Si inizia dal fabbricato: tutelare l’integrità fisica della nostra unità immobiliare da incendi, alluvioni, terremoti e da tutto ciò che può avere un effetto distruttivo, garantendoci le risorse necessarie per ricostruirla a nuovo. Si passa poi alla tutela dei beni contenuti all’interno (il rischio furto) e a quella delle persone che frequentano l’abitazione, familiari, collaboratori e perfino degli animali”.

Quali sono i rischi legali connessi all’acquisto di un immobile?

I rischi legali sono da collegare alla provenienza dell’immobile, con particolare riferimento alla donazione. In questo contesto, si rivelano essenziali per la tutela dell’acquirente le polizze di donazione. Parallelamente, possono presentarsi dei rischi anche in caso di immobili provenienti da un testamento oppure quando si verificano delle difformità catastali.

Quali sono i rischi tecnici legati all’acquisto di un immobile?

Questa tipologia di rischio riguarda in particolare la dimensione fisica dell’immobile. A tale proposito, Carbone sottolinea che “la tutela è offerta dai prodotti assicurativi multi-rischio, che nascono per mettersi in sicurezza su più fronti”. Ad oggi, solamente il 24% delle famiglie presenta una copertura di questo tipo.

Assicurazione sull’affitto: cos’è e cosa copre Chi decide di affittare un immobile, per evitare pagamenti in ritardo o addirittura mai pervenuti, può optare per delle “coperture assicurative in grado di coprire, in caso di morosità dell’inquilino, fino a 12 mensilità oltre alle spese legali necessarie per l’esercizio dell’azione giudiziale di sfratto per morosità”.

*Questo contenuto ha scopo informativo e non ha valore prescrittivo. Per un’analisi strutturata su ciascun caso personale si raccomanda la consulenza di professionisti abilitati.