COS’ E’ LA DONAZIONE DI UN IMMOBILE?

30 Nov 2021

Quando si parla della donazione di un immobile ci si riferisce a quel contratto con il quale un soggetto, il donante, cede per spirito di liberalità e in forma gratuita la proprietà o altri diritti a un altro soggetto, il donatario.

Donazione, cosa dice il Codice Civile

L’articolo 769 del Codice Civile recita: “La donazione è il contratto col quale, per spirito di liberalità, una parte arricchisce l’altra, disponendo a favore di questa di un suo diritto o assumendo verso la stessa un’obbligazione”. Sono dunque due gli elementi che caratterizzano la donazione. Si tratta dello spirito di liberalità e dell’arricchimento del donatario.

Come funziona la donazione di un immobile.

Ma come funziona la donazione di un immobile? La donazione di un immobile avviene tramite contratto con il quale le due parti si accordano. Frequenti sono i casi di donazione di un immobile, ad esempio il caso del padre che dona la casa al figlio.

I soggetti coinvolti nella donazione di un immobile sono il donante e il donatario. E i tipi di donazione che possono verificarsi sono quella diretta e quella indiretta. In particolare, la donazione diretta di un immobile consiste nell’atto formale ricevuto dal notaio in forma pubblica alla presenza di due testimoni con cui il donante si priva della proprietà del bene e lo trasferisce al donatario senza percepire alcun corrispettivo. Con la donazione indiretta di un immobile, invece, il passaggio del bene dal donante al donatario avviene con l’acquisto da parte del donante dell’immobile che poi viene direttamente intestato al donatario. E’ il caso ad esempio del padre che acquista una casa e la intesta al figlio.

La donazione diretta di un immobile deve avvenire tramite atto pubblico e alla presenza di due testimoni. In quanto contratto, la donazione è composta da una proposta da parte del donante e da un’accettazione (che può essere contestuale o differita) da parte del donatario.

Fonte: idealista.it