Categoria Catastale C: Tipologie di Immobili, destinazioni d’uso e abitabilità

12 Dic 2023

La categoria catastale C comprende i locali di uso terziario e commerciale.

Questa categoria include diverse sottocategorie, tra cui spazi come negozi, botteghe, laboratori, magazzini, rimesse, autorimesse, stalle e scuderie.

Ecco una panoramica delle tipologie di immobili inclusi in questa categoria, delle relative destinazioni d’uso e dell’abitabilità:

– Categoria catastale C/1

Questa categoria comprende negozi e botteghe, dove si svolgono attività commerciali e artigianali. Qui, la vendita di prodotti è l’attività principale.

– Categoria catastale C/2

Questa categoria comprende i magazzini, dove è possibile stoccare e raccogliere la merce che poi verrà distribuita e venduta in negozi e botteghe (categoria catastale C1). Tuttavia, non è possibile svolgere attività commerciali dirette verso i privati.

– Categoria catastale C/3

Questa categoria comprende laboratori per arti e mestieri, ma anche impianti per il lavaggio delle auto, se questi ultimi sono dotati di attrezzature semplici.

– Categoria catastale C/4

Questa categoria comprende fabbricati e locali per attività sportive, inclusi quelli realizzati o adattati per tali speciali scopi. Questi luoghi non sono idonei a una destinazione diversa senza radicali trasformazioni, se non hanno fine di lucro.

– Categoria catastale C/5

Questa categoria comprende stabilimenti balneari e di acque curative, inclusi quelli realizzati o adattati per tali specifiche finalità. Anche questi luoghi non sono idonei a una destinazione differente senza radicali trasformazioni, se non hanno fine di lucro.

– Categoria catastale C/6

Infine, la categoria catastale C/6 include stalle, scuderie, rimesse e autorimesse. Box per automobili, posti auto scoperti, rimesse per autoveicoli o per imbarcazioni e autorimesse sono tutti compresi in questa categoria.

È importante notare che la categoria catastale di un immobile può influenzare la quantità di imposte locali che un proprietario deve pagare, oltre a essere rilevante per determinate normative urbanistiche e di pianificazione territoriale. Tuttavia, le informazioni specifiche possono variare a seconda delle leggi e dei regolamenti locali, quindi è consigliabile verificare le normative specifiche della zona di interesse.

Categoria catastale C: destinazione d’uso

Secondo la legge catastale italiana, gli immobili classificati come categoria catastale C non possono essere destinati ad uso abitativo. Tuttavia, in alcune situazioni, è possibile richiedere un cambio di destinazione d’uso, previa consultazione del Piano Urbanistico Comunale e la verifica della fattibilità di tale operazione.