10 consigli per affrontare la ristrutturazione della casa al meglio

28 Apr 2023

La ristrutturazione della casa è un passo molto importante… perché consente di trasformare la tua casa di sempre in quella che hai sempre desiderato e di migliorarla esteticamente, funzionalmente ed energeticamente! La ristrutturazione della casa, però, può essere un processo complesso che deve essere affrontato con consapevolezza e attenzione…

Ecco alcuni consigli per affrontare la ristrutturazione della casa al meglio.

  1. Informati sugli obblighi di legge, gli adempimenti burocratici, i bonus edilizi disponibili e le normative più recenti in modo da poter affrontare al meglio la ristrutturazione. Presta molta attenzione ai requisiti richiesti per poter usufruire dei bonus. Ad esempio, lo sapevi che per avere riconosciuti i benefici dei bonus edilizi per alcuni tipi di opere è obbligatorio indicare nell’atto di affidamento dei lavori e nelle fatture emesse il CCNL del settore edile applicato dall’impresa che esegue i lavori? Ricorda che se hai delle domande di natura fiscale sui bonus puoi contattare l’Agenzia delle Entrate per avere i chiarimenti di cui hai bisogno.
  2. Definisci un budget massimo di spesa che tenga conto anche degli imprevisti e degli extra che potrebbero sorgere durante i lavori. Considera nel budget non solo i costi per la pura ristrutturazione edile ma anche quelli correlati, come quelli per i consulenti che ti supporteranno, gli impianti, i rivestimenti, i sanitari, le rubinetterie, gli arredi, l’illuminazione, i complementi, il condizionamento/riscaldamento, gli infissi, le pratiche edilizie, l’aggiornamento catastale, etc.
  3. Definisci date e scadenze, in modo tale da pianificare al meglio le fasi della ristrutturazione, far rispettare i tempi e poter entrare nella casa ristrutturata nelle tempistiche che desideri. Considera che per avere materiali, prodotti, arredi etc. nei tempi desiderati potrebbe essere necessario ordinarli con largo anticipo. Se hai intenzione di cambiare gli infissi e gli altri serramenti ordinali con priorità perché i tempi di produzione potrebbero essere più lunghi del previsto.
  4. Affidati ad un architetto o a professionisti abilitati che ti possano seguire nella ristrutturazione dalla fase progettuale (se possibile, anche in fase di visita delle case se stai cercando una casa da comprare) alla direzione dei lavori all’interior design alle pratiche burocratiche. Ti aiuteranno a capire come valorizzare le potenzialità della casa, aiutandoti a trasformarla come desideri, e a realizzare la ristrutturazione secondo tutte le normative.
  5. Identifica le imprese che potrebbero occuparsi della ristrutturazione, leggendo le recensioni e guardando i lavori realizzati. Il passaparola e i consigli dell’architetto potrebbero essere molto utili per selezionarle. Dopo il sopralluogo, confronta i loro preventivi, basati sullo stesso computo metrico redatto dall’architetto o da un altro tecnico, che è il documento che contiene l’elenco dettagliato di tutte le lavorazioni che l’impresa dovrà realizzare. Visto che molte lavorazioni conterranno diciture tecniche, chiedi chiarimenti sul loro significato e che cosa includono esattamente e cosa no. In questo modo potrai avere un’idea del costo che dovrai sostenere per la ristrutturazione prima di iniziare i lavori e limitare il rischio che emergano sorprese nel corso dei lavori.
  6. Nella scelta dell’impresa tieni conto non solo del prezzo ma anche di altri aspetti altrettanto importanti come la professionalità, la competenza, la serietà, l’esperienza, la specializzazione nella ristrutturazione d’interni, le tempistiche previste, la garanzia di esecuzione delle opere a regola d’arte, il rispetto di tutte le normative in termini di tutela della salute e sicurezza del lavoro, il rilascio delle certificazioni degli impianti realizzati etc.
  7. Sottoscrivi con i professionisti che ti supporteranno nella ristrutturazione un disciplinare d’incarico e con l’impresa che selezionerai un contratto d’appalto chiaro e completo che ti tuteli e che contenga il computo metrico e tutte le altre informazioni dettagliate relative all’esecuzione delle opere. Come committente dei lavori, ricorda che hai dei precisi oneri e obblighi derivanti dal Codice Civile e dal Testo Unico sulla Sicurezza (D.Lgs 81/2008). Prevedi un piano preciso dei pagamenti dei professionisti e dell’impresa. Per quanto riguarda il pagamento dell’impresa, il metodo migliore è quello di procedere a SAL (Stato di Avanzamento dei Lavori) con un saldo dopo la fine dei lavori quando avrai verificato che tutto sia stato eseguito secondo quanto pattuito e a regola d’arte.
  8. Assicurati di aver adempiuto ai vari obblighi e cerca di avere un’idea il più possibile precisa del progetto che vuoi realizzare e decidi i materiali. Cerca di cambiare idea il meno possibile durante i lavori per non rischiare di incorrere in costi extra o che ci siano rallentamenti.
  9. Quando inizieranno i lavori affidati e fidati del tuo architetto e dei professionisti che hai scelto, ma, cerca di supervisionare tutto, fai insieme a lui le visite in cantiere, chiedi foto del prima, durante e dopo i lavori, e anche di dove sono posizionati gli impianti. Così saprai anche dove non devi trapanare nei muri per appendere mensole o quadri o per fissare gli armadi.
  10. Dopo la fine dei lavori, prestando attenzione alle tempistiche, se hai modificato il layout della casa, ricordati di far aggiornare la planimetria catastale in modo tale che planimetria e stato di fatto corrispondano. Ciò sarà fondamentale se un giorno deciderai di vendere la casa che hai ristrutturato.